„La crisi più grande della vita mi ha reso forte“

Michael Teuber

GER
Campione paralimpico

In agosto del 1987 avviene l’incidente d’auto dalle molte conseguenze di Michael Teuber. A quel tempo era prossimo alla maturità, appassionato windsurfer e snowboarder. La diagnosi dopo l’incidente: rottura della 2ª e della 3ª vertebra lombare con incompleta ma irreversibile paraplegia. La prognosi dei medici era scioccante: sedia a rotelle!

“Avevo però ancora una funzionalità minimale nella coscia destra, ciò non mi fece arrendere e cominciai subito la riabilitazione allenandomi molto duramente.”, dice Teuber. Dopo due anni riuscii a fare a meno della sedia a rotelle e ad aiutarsi solamente con delle stampelle. Successivamente utilizzai bastoni da passeggio e stabilizzatori del peroneo per la stabilità della caviglia. Lo sportivo si avvicinò già nel 1989 al ciclismo. Oltre al suo impegno nello sport, concluse gli studi in economia.

Ciò che accadde successivamente è unico all’interno della storia dello sport paraolimpico. 5 ori, 1 argento, 20 volte campione del mondo di ciclismo, 16 volte campione europeo di ciclismo, 2 titoli panamericani, scalata del Kilimanjaro e del Chimborazo; inoltre, l’oggi 49enne, detiene tre record mondiali in pista. Una persona “che vive al confine” che vive ai suoi limiti – per un paraplegico quasi totale è una descrizione alquanto originale, per Michael Teuber è diventata però l’essenza della vita. Da 30 anni ormai vive con il suo handicap e per molto tempo non sapeva se sarebbe scampato alla sedia a rotelle; oggi è considerato il miglior esempio in questo senso.

Cinque volte ha vinto l’oro alle Para-Olimpiadi nel ciclismo ma una montagna di 6310 metri d’altezza come il Chimborazo non gli era mai venuto in mente di poterla scalare. “Se pure i "sani" si rifiutano di effettuare una certa scalata, cosa dovrei dire io? Non riesco nemmeno a sostenermi. D’altro canto riesco ad anticipare molte cose in montagna e posso di conseguenza prepararmi per determinate problematiche.” Alla fine Michael Teuber, all’inizio del 2017, si trova proprio sui 6310 metri del Chimborazo in Ecuador.

Michael Teuber è anche ambasciatore di LAUREUS con il suo impegno nel campo sociale. La sua conferenza per l’IMS Charity Night a favore del progetto “Schneetiger” di LAUREUS è un approfondimento nel mondo motivazionale così come una riflessione sulla responsabilità e l’aiuto verso i più deboli.

L’IMS Charity Night si svolgerà martedì 10 ottobre a partire dalle ore 20.

Mit der Nutzung dieser Seite akzeptieren Sie die Benutzung von Cookies Leggi tutto...