Christoph Hainz

ITA
Guida alpina e guida di sci

Il 29/08/2016 sul pilastro sudovest dell’ Ortlers, con i suoi 3905m la montagna più alta del Südtirolo, la guida alpina Christoph Hainz ha aperto in solitaria e a-vista la nuova via alpinistica ‘Golden Pillar of Ortler' (max VI+, 750m).
"Tutto è nato dal documentario che sto girando per Servus Tv sull’Ortles" (Ortler per i germanofoni ndr), spiega subito Christoph Hainz. "Volevamo salire e fare delle riprese sulla via aperta nel 1976 da Reinhold Messner, insieme a Hermann Magerer e Dietmar Oswald, sul pilastro centrale della parete sud-ovest. Poi ho visto qualcosa…".

Hai visto cosa, la luce…? gli chiediamo. Lui ride… "Sai, vai su una volta, guardi un po’, ti sembra che ci sia qualcosa, riguardi ancora anche dal basso e poi la vedi… eccola la linea, pensi. Ti accorgi che quei tre pilastri in successione a sinistra della Messner sono lì apposta per essere saliti. A quel punto pensi solo ad andare a vedere se è vero."

Quindi sei partito da solo? "Sì, ho detto a quelli di Servus Tv che, se volevano, potevo salire quella linea nuova… e che mi sarebbe piaciuto farlo da solo. L’accordo era che mi avrebbero portato alla base in elicottero e che poi mi avrebbero seguito fino in cima. Però dovevo uscire per mezzogiorno…".

Dunque, quanto ci hai messo fino in vetta? "Sono uscito dopo 1 ora e 55 minuti." Dunque, la sud ovest è alta 750 metri tu ci hai messo meno di due ore per una via nuova… Difficoltà di 4°, 4°+?

Christoph ride ancora "Beh veramente c’era anche del VI+".

Quanto ti sei divertito? "Mi sono divertito tanto, è stato bellissimo…".

E c’è qualcosa che ti ha stupito? "Sì, la roccia che a tratti era bellissima e poi diventava pessima. E’ stata davvero una vera e pura avventura".

Hainz ha salito la via in solitaria, a-vista e senza corda. In parete non è rimasto nessun materiale.

 

Fonte: planetmountain.com

Mit der Nutzung dieser Seite akzeptieren Sie die Benutzung von Cookies Leggi tutto...