"L'arrampicata riguarda verità e bugie: la gravità non può essere ingannata"

Beat Kammerlander

AUT
Scalatore.Alpinista

Beat ha iniziato ad arrampicare più di trent'anni fa ed è diventato rapidamente uno dei più forti arrampicatori a tutto tondo del suo tempo. All'inizio era scettico sull'arrampicata - per lui l'alpinismo è associato a camicie a quadri e pantaloni alla zuava. Ma la prima volta che sperimenta e supera la paura che prova guardando in basso è già così forte che ne vuole di più.

Arrampicata su ghiaccio, alpina o sportiva, padroneggia tutto al massimo livello. La storia dell'arrampicata può raccontarvi un paio di cose. Le sue spettacolari prime ascensioni come "New Age", "Unendliche Geschichte" o "Silbergeier" sono tra le prime vie di arrampicata sportiva al 10° livello di difficoltà e sono pietre miliari nella storia alpina.

Beat Kammerlander è un poliedrico e ama il cambiamento e la varietà. "Quando mi arrampico, non riesco mai a fare una disciplina speciale troppo a lungo, perché mi annoio. Ho bisogno del cambiamento. Sono davvero felice quando tornerà l'inverno e mi verrà permesso di fare il ghiaccio."

Nella sua conferenza "Visionari del verticale" di sabato 13 ottobre 2018, offrirà al pubblico dell'IMS una panoramica sulla storia dell'arrampicata nel Rätikon, dagli inizi dell'alpinismo estremo ai capolavori del presente.

Mit der Nutzung dieser Seite akzeptieren Sie die Benutzung von Cookies Leggi tutto...